Asus annuncia il nuovo monitor ROG PG65

Asus annuncia il nuovo display da gaming ROG Swift PG65 con NVIDIA G-SYNC avrà un pannello da 65 “4K fino a 120Hz con HDR.

Come preannunciato nel nostro precedente articolo, asus ha immediatamente dato seguito all’annuncio di Nvidia pubblicando il PG65 e contemplando l’HDR10 alle caratteristiche gia esplicate nel comunicato dei verdi di Taiwan.

La sua risoluzione 3840×2160 racchiude oltre otto milioni di pixel in quello spazio, mostrando ogni dettaglio nei giochi e nei video Ultra HD.

La retroilluminazione diretta e full-array spinge la luminanza di picco a 1000 nit con una resa incredibilmente luminosa. Il dimming localizzato consente neri più profondi, producendo un ampio intervallo dinamico che consente allo Swift PG65 di supportare il contenuto HDR. Lo schermo copre anche la gamma di colori DCI-P3 di livello cinematografico, che contiene una gamma di colori molto più ampia rispetto alla gamma sRGB utilizzata dai monitor PC tradizionali. Gli ampi angoli di visione assicurano che i colori rimangano fedeli anche quando si guarda lo schermo davanti ad una fonte di luce.

Nei giochi di ultima generazione per mantenere i 120fps e saturare quindi le disponibilità del monitor è richiesta una potenza grafica senza eguali, attualmente in alcuni titoli tripla A uno sli di 1080 ti talvolta risulta insufficiente a varcare quella soglia in 4k.

Per attenuare i problemi che sorgono con il refresh rate e le tecnologie attualmente disponibili nvidia dapprima e asus conferma installando su questo monitor il g-sync, tecnologia propietaria che da la possibilità appunto di dettare la frequenza del monitor da parte della gpu sulla base dei frame che riesce a sviluppare garantendo un esperienza visiva fluida e senza problemi. 

Prezzi e disponibilità di questo prodotto rimangono misteriosi, ricordiamo che asus allo scorso CES ha annunciato il PG27UQ (primo monitor 4k 144hz gsync e HDR) ma ancora oggi nonostante i premi ricevuti non sappiamo a che punto sia questo prodotto.

Attualmente Asus rimanda gli interessati ad un tardo 2018 per maggiorni informazioni su questo prodotto, allegando alcune foto di marketing molto interessanti che ricordano i televisori TCL (Toshiba in Italia)